IC-R75 | ICOM
ICOM » IC-R75

Ricevitore HF desktop a tripla conversione in configurazione analogica, opera tra 0.03-60 MHz all-mode. Con un ridotto numero di comandi è particolarmente indicato per il radioascolto broadcasting e le esigenze di fascia media. Dispone del PBT e demodulazione AM sincrona. Anno di introduzione 1999, paese di ideazione Giappone.

Specifiche tecniche :

Frequenze [1] 0.0300 ~ 60.0000 MHz
Modi operativi CW / RTTY / LSB / USB / AM / AM-S / FM
Passo di sintonia 1 / 10 Hz
1 MHz
Sensibilità SSB / CW 2.0 uV (0.1~1.8 MHz, 10dB S/N)
0.16 uV (1.8~30 MHz, 10dB S/N)
0.13 uV (50~54 MHz, 10dB S/N)
RTTY 2.0 uV (0.1~1.8 MHz, 10dB S/N)
0.16 uV (1.8~30 MHz, 10dB S/N)
0.13 uV (50~54 MHz, 10dB S/N)
AM / AM-S 5.6 uV (0.1~1.8 MHz, 10dB S/N)
1.6 uV (1.8~30 MHz, 10dB S/N)
1.0 uV (50~54 MHz, 10dB S/N)
FM 0.22 uV (28~30 MHz, 12dB SINAD)
0.2 uV (50~54 MHz, 12dB SINAD)
Selettività SSB / CW > 2.1 KHz (-6dB)
< 4.0 KHz (-60dB)
RTTY > 2.1 KHz (-6dB)
< 4.0 KHz (-60dB)
AM / AM-S > 6.0 KHz (-6dB)
< 20 KHz (-50dB)
FM > 12 KHz (-6dB)
< 30 KHz (-40dB)
Reiezione ultima filtri [2] 80 dB
Dinamica [2] 95 dB (segnali spaziati di 50 KHz)
67 dB (segnali spaziati di 5 KHz)
Blocking [2] 119 dB (segnale spaziato di 100 KHz)
Reiezioni immagini > 70dB (0.1~30 MHz)
AGC Veloce, lento, OFF
Stabilità in frequenza ± 7ppm max entro 60' dall'accensione
± 1ppm/h max a temperatura costante di 25°C
± 5ppm max con temperatura da 0°C a +50°C
Media frequenza 69.0100 MHz (AM / AM-S)
69.0105 MHz (RTTY)
69.0106 MHz (CW)
69.0115 MHz (LSB / USB / FM)
9.0100 MHz (AM / AM-S)
9.0105 MHz (RTTY)
9.0106 MHz (CW)
9.0115 MHz (LSB / USB / FM)
450.0 KHz (AM / AM-S / FM)
455.0 KHz (LSB / USB)
455.9 KHz (CW)
456.0 KHz (RTTY)
Memorie 99 locazioni generali
2 per limiti di banda nella scansione
Display 8 caratteri alfanumerici
30 segmenti S-meter
Antenna 50Ω su SO239
500Ω su morsetto (0.03~1.8 MHz)
Alimentazione 13.8 VDC esterna
Consumi 1100 mA attivo
900 mA squelch inserito
Livello audio 2 W su carico di 8Ω
Uscita audio Jack 6.35 mm cuffia
Jack 3.5 mm audio
Connessione PC CI-V su Jack 3.5 mm
Temperatura operativa da 0°C a +50°C
Dimensioni 241 (L) x 94 (A) x 229 (P) mm
Peso 3kg

[1] Le specifiche sono garantite tra 0.1 ~ 30 MHz e tra 50 ~ 54 MHz
[2] Questo parametro, non nei dati ufficiali, è stato ricavato con test diretti

Descrizione :

L'IC-R75 è un ricevitore dalla storia peculiare. Con questo modello il produttore ha infatti coperto con ritardo il vuoto lasciato dal vecchio R71, apparato di pregio nel suo periodo, in ragione del fatto che il successore diretto in linea temporale, ovvero l'R72, mancava di funzionalità divenute standard nella medesima fascia di mercato. Sebbene tecnologicamente superato per quanto riguarda alcune soluzioni circuitali l'IC-R75 è offerto congiuntamente con il modulo DSP tipo UT-106 dedicato alla riduzione digitale del rumore (DNR). Modulo questo in origine di installazione opzionale.

Il ricevitore dispone di un numero limitato di comandi sul frontale, è pertanto facile da operare, pure integrando parecchie funzioni. Tra queste la demodulazione AM anche di tipo sincrona, il PBT pass-band-tuning con regolazione indipendente delle frequenze di taglio inferiore e superiore del filtro di media frequenza, noise-blanker, filtro notch automatico, DNR audio, costante di tempo AGC selezionabile tra due valori od anche disinseribile, regolazione continua del guadagno nella IF, squelch, due preamplificatori RF, attenuatore RF, orologio interno e timer on/off. Permette l'impostazione della sintonia tramite comando rotativo, con immissione diretta dalla tastiera, od ancora su gestione remota da PC. Il display è di tipo LCD alfanumerico, per facilitare il riconoscimento delle singole locazioni di memoria è possibile associare alla frequenza una etichetta lunga fino ad 8 caratteri, lo S-meter è del tipo a barre con una risoluzione che permette di apprezzare variazioni nominali nell'intensità del segnale di 3dB fino ad S9. Standard le opzioni di ricerca: tra limiti di banda, entro le memorie, su canale prioritario.

Nell'apparato vi sono due posizioni per l'installazione di filtri opzionali, una per la IF di 2° conversione ed una per la IF di 3° conversione. I modelli compatibili sono diversi dando all'utilizzatore una notevole flessibilità per la scelta, le caratteristiche dei componenti sono come da tabella seguente.

Filtro Modo IF Selettività
FL-52A CW 455 KHz 0.5 KHz (-6dB)
1.0 KHz (-60dB)
FL-53A CW 455 KHz 0.25 KHz (-6dB)
0.48 KHz (-60dB)
FL-96 SSB 455 KHz 2.8 KHz (-6dB)
FL-222 SSB 455 KHz 1.8 KHz (-6dB)
3.0 KHz (-60dB)
FL-257 SSB 455 KHz 3.3 KHz (-6dB)
FL-100 CW 9.0106 MHz 0.5 KHz (-6dB)
1.6 KHz (-60dB)
FL-101 CW 9.0106 MHz 0.25 KHz (-6dB)
0.8 KHz (-60dB)
FL-103 SSB 9.0115 MHz 2.8 KHz (-6dB)
5.0 KHz (-60dB)
FL-223 SSB 9.0115 MHz 1.9 KHz (-6dB)
3.6 KHz (-60dB)
FL-232 CW / RTTY 9.0106 MHz 0.35 KHz (-6dB)

Prestazioni e note d'uso :

In termini generali il comportamento in modalità SSB ed AM è adeguato alle esigenze che si riscontrano nell'uso pratico ma non quando si è in presenza di condizioni estreme. La dinamica su segnali interferenti di grande ampiezza posti ad una certa distanza in frequenza è infatti su valori di buon livello, al contrario per separazioni contenute l'effetto di degrado diviene apprezzabile. Ciò è dovuto sia all'eccessivo rumore di fase degli oscillatori quanto alla mediocre attenuazione finale garantita dai filtri a quarzo in dotazione presenti nella IF. Gli stessi filtri inoltre pure avendo una larghezza di banda che soddisfa gran parte delle necessità d'ascolto si caratterizzano per un fattore di forma mediocre. Quest'ultimo punto è forse l'elemento più critico del ricevitore. Direttamente una selettività con insufficiente pendenza nella curva di risposta pone dei problemi nel gestire traffico radioamatoriale od utility in bande affollate di segnali, indirettamente tale pecca si enfatizza poi con l'uso del PBT che non può avvantaggiarsi appieno delle sue potenzialità. La possibilità di installare uno o due filtri IF opzionali, qualora vengano scelti modelli con rapporto 6/60dB ottimale, migliora in modo significativo le prestazioni sotto il profilo della dinamica rispetto i segnali vicini. Alcuni distributori per venire incontro a tali richieste immettono sul mercato apparati già completi con un filtro IF caratterizzato da un migliore fattore di forma. Si ponga attenzione a questo aspetto nel valutare un acquisto. Da notare che il ricevitore non dispone di un filtro notch regolabile a livello della IF, la selettività efficace non può dunque essere alterata oltre l'azione del pass-band-tuning.

Come per molti altri apparati HF la sensibilità viene automaticamente ridotta per frequenze inferiori ad 1.8 MHz, si tratta di una scelta progettuale che va ad intaccare le capacità di ascolto nelle onde medie e lunghe. Test di ricezione utilizzando la funzione di riduzione digitale del rumore, ottenuta con il modulo UT-106, ha evidenziato l'utilità di questa elaborazione senza tuttavia raggiungere elevati gradi di miglioramento sonoro - questo verosimilmente per un design non aggiornato negli algoritmi se paragonato alle soluzioni ora disponibili.

Valutazione :

Sensibilità
Selettività
Dinamica
Risposte spurie
Audio
Funzioni sul segnale
Funzioni di controllo
Facilità d'uso

Termini di giudizio: 1=inadeguato, 2=appena sufficiente, 3=mediocre, 4=buono, 5=eccellente

Confrontate il ricevitore :

Visionate fianco a fianco le caratteristiche dell'IC-R75 con quelle di un altro apparato.