RF-2800 | Panasonic
Panasonic » RF-2800

Radio portatile / desktop FM, MW/SW. Operativa in SSB, larghezza di banda del filtro di media frequenza selezionabile. Anno di introduzione 1978, paese di ideazione Giappone.

Specifiche tecniche :

Frequenze [1] 0.5250 ~ 1.6100 MHz (MW)
3.2000 ~ 30.0000 MHz (SW)
88.0000 ~ 108.0000 MHz
Modi operativi SSB / AM / WFM
Sensibilità AM 32 uV (MW, 10dB S/N)
2.0 uV (14 MHz, 10dB S/N)
SSB 1.2 uV (14 MHz, 10dB S/N)
Selettività AM (W) 8.1 KHz (-6dB)
27.3 KHz (-60dB)
AM (N) / SSB 3.8 KHz (-6dB)
13.1 KHz (-60dB)
Media frequenza 10.7 MHz (FM)
2 MHz (MW / SW)
455 KHz (MW / SW)
Display 1 KHz risoluzione frequenza (SW)
Alimentazione 110/220 VAC
9V batterie (6 x D)
Livello audio 2.3 W
Connessioni Jack 3.5 mm (cuffie)
Jack 3.5 mm (audio registratore)
Jack 3.5 mm (abilitazione)
Dimensioni 381 (L) x 246 (A) x 120 (P) mm
Peso 3.6kg senza batterie

[1] Sul modello RF-2800 LBS è presente anche la banda delle onde lunghe con l'FM estesa a 87.5~108 MHz

Descrizione :

L'apparato RF-2800, commercializzato anche sotto la sigla DR-28, è stato uno dei primi world receiver ad affiancare alla sintonia meccanica un frequenzimetro di lettura con display nixie. Si tratta dunque di una radio antecedente nel progetto a quelle che ora sono le configurazioni standard che si basano su sintesi di frequenza PLL e prima conversione verso l'alto. Questo modello Panasonic adotta per la sintonia una manopola di generose dimensioni che controlla un condensatore variabile, la meccanica è di tipo doppio consentendo una regolazione coassiale grossolana ed una fine. La prima lettura della frequenza viene data da una scala rotativa, la precisione di questa scala è tale da apprezzare su quale parte della banda ci si trova ma non consente di andare oltre, il display presente alla sua destra sopperisce fornendo una indicazione diretta con risoluzione di 1 KHz adatta al tipo d'uso del ricevitore. Tale lettura è ricavata misurando la frequenza dell'oscillatore locale, ciò rende la cifra visualizzata non necessariamente aderente alla realtà con uno scarto che può raggiungere i 5 KHz. Al fine di compensare tale disallineamento un apposito comando denominato SW CAL permette di modificare l'indicazione del display per farla combaciare con quella di una stazione sintonizzata di cui si conosce con esattezza la frequenza.

Problemi di interferenze RF?
Valutate la nostra soluzione, efficace ed economica.
Qui in vendità per voi!

Nel frontale da sinistra si trova lo spazio per l'altoparlante, capace di una buona riproduzione dei toni bassi oltre che di una considerevole potenza, con alla sua destra tre deviatori rispettivamente per l'accensione, l'illuminazione della scala, la selezione di larghezza di banda per l'AM. Segue l'S-meter analogico ed il commutatore di banda rotativo con le onde corte tra 3.2 ~ 30 MHz divise in due segmenti. Infine trova posto il deviatore che permette di spegnere il display così da minimizzare il consumo energetico ed azzerare i segnali RF spurii generati dai suoi circuiti digitali, possibile fonte di interferenze nell'ascolto di stazioni deboli. Nella parte mediana del frontale vi è il controllo di volume e due controlli di tono, bassi ed acuti separati, con al di sotto i connettori per l'audio. Dopo il controllo di sintonia vi sono i potenziometri per la regolazione del guadagno RF, che di fatto opera come un attenuatore, ed il BFO da utilizzare negli ascolti in SSB e CW, un apposito deviatore consente di attivare quest'ultima modalità. Da notare che il BFO è un oscillatore a frequenza variabile che va regolato per centrare la portante mancante dell'emissione in SSB oppure per impostare la nota audio di un segnale CW, sintonia principale e BFO sono indipendenti.

Prestazioni e note d'uso :

Questo modello Panasonic ha conosciuto una buona diffusione negli anni immediatamente successivi alla sua introduzione. Le prestazioni sono buone, nell'ottica del periodo, con una sensibilità adeguata anche ad ascolti DX di broadcasting ma non servita al meglio dai valori di larghezza di banda dei filtri. La dinamica è comunque il vero punto debole dell'RF-2800 che tende a generare intermodulazioni in presenza di forti segnali, la mancanza di un preselettore rende quindi problematico accoppiare all'apparato un efficace impianto di antenna. Inoltre poichè nel segmento delle onde corte si adotta una prima conversione con il valore di media frequenza (MF) di soli 2 MHz non è raro imbattersi in risposte immagini con segnali udibili dove in realtà non vi è l'emissione. La natura completamente analogica dell'oscillatore locale rende la sintonia non stabile nei confronti di variazioni termiche e della tensione di alimentazione, derive nell'ordine di un KHz o maggiori nell'arco di un'ora di funzionamento sono da considerarsi normali.

Valutazione :

Sensibilità
Selettività
Dinamica
Risposte spurie
Audio
Funzioni sul segnale
Funzioni di controllo
Facilità d'uso

Termini di giudizio: 1=inadeguato, 2=appena sufficiente, 3=mediocre, 4=buono, 5=eccellente

Confrontate il ricevitore :

Visionate fianco a fianco le caratteristiche dell'RF-2800 con quelle di un altro apparato.