RF-4800 | Panasonic
Panasonic » RF-4800

Radio portatile / desktop FM, MW, SW tra 1.6~31 MHz in otto bande contigue. Operativa in SSB, larghezza di banda del filtro di media frequenza selezionabile. Anno di introduzione 1976, paese di ideazione Giappone.

Specifiche tecniche :

Frequenze 0.5250 ~ 1.6050 MHz (MW)
1.6000 ~ 31.0000 MHz (SW)
88.0000 ~ 108.0000 MHz
Modi operativi SSB / AM / WFM
Sensibilità AM 1.0 uV (1.6~3 MHz, 10dB S/N)
1.3 uV (3~7 MHz, 10dB S/N)
0.8 uV (7~11 MHz, 10dB S/N)
1.2 uV (11~23 MHz, 10dB S/N)
1.3 uV (23~31 MHz, 10dB S/N)
Selettività AM-N / SSB 3.4 KHz (-6dB)
12 KHz (-60dB)
AM-W 5.0 KHz (-6dB)
15 KHz (-60dB)
WFM 400 KHz (-35dB)
Reiezioni immagini [1] 40 dB (1 MHz)
30 dB (2.3 MHz)
65 dB (5 MHz)
60 dB (9 MHz)
55 dB (13 MHz)
50 dB (17 MHz)
45 dB (21 MHz)
35 dB (25 MHz)
35 dB (29 MHz)
Stabilità in frequenza < 500 Hz dopo 30’ dall’accensione (3~31 MHz)
Media frequenza 10.7 MHz (FM)
2 MHz (3~31 MHz)
455 KHz (MW / 1.6~3 MHz)
455 KHz (3~31 MHz)
Display 1 KHz risoluzione frequenza (SW)
Alimentazione 110 VAC
12V batterie (8 x D)
Consumi 10 W con alimentazione VAC
Livello audio 2 W
Connessioni Jack 3.5 mm (cuffie)
Jack 3.5 mm (audio registratore)
Jack 3.5 mm (audio ausiliario)
75Ω (antenna esterna bande MW e SW 1.6~3 MHz)
75Ω (antenna esterna bande SW 3~31 MHz)
300Ω (antenna esterna banda FM)
Dimensioni 482 (L) x 200 (A) x 354 (P) mm
Peso 9kg con batterie

[1] In riferimento alla 1° media frequenza

Descrizione :

Il ricevitore RF-4800, distribuito anche sotto la sigla DR-48, copre l'intero spettro delle onde medie e corte sino ai 31 MHz. Si tratta di un apparato portatile, secondo i canoni dell'epoca, e per impiego fisso risultando curato in molti dettagli al fine di garantire buone prestazioni nell'ascolto di stazioni AM ed SSB. Come tratto distintivo generale unisce la sintonia meccanica ad un frequenzimetro di lettura con display nixie. questo modello Panasonic in particolare adotta una doppia manopola di regolazione, ciascuna dedicata ad un gruppo di bande, cui corrispondono scale parlanti differenti. Per gran parte delle onde corte inoltre, bande SW2~8, la meccanica della sintonia adotta una doppia corsa per avere un controllo grossolano nella posizione premuta (push) e fine nella posizione sollevata (pull). Dato l'ampio range del ricevitore il segmento delle onde corte tra 1.6~31 MHz è suddiviso in ben otto bande così da garantire una ragionevole facilità nell'impostare la frequenza d'ascolto. Queste le divisioni per le sottobande:

Banda Frequenze coperte
SW 1 1.6 ~ 3 MHz
SW 2 3 ~ 7 MHz
SW 3 7 ~ 11 MHz
SW 4 11 ~ 15 MHz
SW 5 15 ~ 19 MHz
SW 6 19 ~ 23 MHz
SW 7 23 ~ 27.3 MHz
SW 8 27 ~ 31 MHz

Come si osserva vi è un ottimo equilibrio nella suddivisione delle diverse sottobande che anche nella parte alta delle HF non risultano più ampie di circa 4 MHz, questo aspetto qualifica in senso positivo l'RF-4800. Tra le altre caratteristiche troviamo la possibilità di selezionare per l'AM due diverse larghezze di banda del filtro di media frequenza, sempre rimanendo all'AM vi è un preciso controllo del guadagno RF e la funzione ANL (Automatc Noise Limiter) per ridurre i disturbi di tipo impulsivo.

Con riferimento al frontale dell'apparecchio a sinistra si trova lo spazio per l'altoparlante, capace di una riproduzione estesa ai toni bassi, con al di sotto il deviatore per l'accensione e tre jack per i collegamenti audio esterni. Spostandoci a destra, a partire dall'alto, vi sono due scale parlanti con al centro il frequenzimetro digitale. La scala di sinistra è dedicata alle sole bande FM, MW ed SW1, e la relativa sintonia viene controllata dalla manopola posta sotto di essa. La scala di destra invece è dedicata a tutte le bande ad onde corte SW2~8, in questo caso la relativa sintonia viene controllata dalla grande manopola posta al centro del ricevitore. Proseguendo nella parte del frontale di sinistra troviamo uno strumento indicatore a doppia funzione, consente di quantificare la carica delle batterie oppure l'intensità del segnale ricevuto secondo la scala S di novi punti. Al di sotto tre deviatori permettono rispettivamente di attivare l'AFC (Automatc Frequency Control) per l'FM oppure selezionare i filtri di media frequenza per l'AM, attivare l'ANL, selezionare tra modo AM / SSB. Direttamente sotto quattro controlli rotativi consentono di regolare il volume audio, i toni bassi ed alti della risposta sonora, per ultimo variare la frequenza del BFO così da agire per centrare al meglio una emissione in SSB oppure per impostare la nota audio demodulando un segnale CW. Spostando la regolazione di quest'ultimo potenziometro quasi interamente in senso orario / antiorario si predispone la selettività ad essere ottimale per discriminare tra USB ed LSB. Passando a destra del frontale per primi troviamo due commutatori a più posizioni per la selezione della banda, al di sotto vi è un trimmer che agisce quale adattatore di impedenza per l'antenna destinata alle onde corte. Ancora più sotto tre deviatori permettono rispettivamente di attivare l'illuminazione delle scale parlanti, accendere o spegnere il display digitale della frequenza, selezionare la funzione del strumentino a lancetta. Per ultimo a fianco vi è il controllo del guadagno per gli stadi RF.

Prestazioni e note d'uso :

Questo Panasonic esprime una indubbia presenza fisica, è a suo modo un colosso dato che occupa una larghezza di quasi 50 centimetri. Posto sopra un tavolo rappresenta in maniera eccellente il fascino da radio old time anche per il tipo e disposizione dei comandi e relative funzioni. Nell'ottica del periodo che ne ha visto l'introduzione il comportamento generale è nettamente positivo. La buona sensibilità, anche se naturalmente oggi è coretto definirla forzatamente mediocre, unita alla suddivisione delle HF in più segmenti offre ampie possibilità di ricezione dei segnali CW/SSB senza i patemi che caratterizzavano analoghi apparati. Negli anni diversi DXer ne hanno confermato le qualità, si tratta dunque di una radio che ha mantenuto nel tempo un suo valore tecnico intrinseco oltre quello eminentemente vintage. Da sottolineare che un preselettore di ingresso accordato in parallelo alla sintonia riduce il problema dovuto alla prima conversione nelle onde corte ovvero alla presenza di risposte immagini - sia chiaro che il fenomeno è comunque pesantemente presente ma in forma minore rispetto altri ricevitori. Una mancanza nel progetto è invece il frequenzimetro digitale che non opera sulle onde medie e sulla banda SW1, al di sotto dei 3 MHz dunque solamente la scala parlante fornisce indicazioni che pertanto risultano di scarsa risoluzione.

Valutazione :

Sensibilità
Selettività
Dinamica
Risposte spurie
Audio
Funzioni sul segnale
Funzioni di controllo
Facilità d'uso

Termini di giudizio: 1=inadeguato, 2=appena sufficiente, 3=mediocre, 4=buono, 5=eccellente

Confrontate il ricevitore :

Visionate fianco a fianco le caratteristiche dell'RF-4800 con quelle di un altro apparato.